Domani continuerò a essere

“Domani continuerò a essere”. Parole meravigliose di Thich Nhat Hanh. Un grandissimo maestro, un grandissimo insegnamento.

Mi sono chiesta spesso, da quando ho iniziato a seguire consapevolmente il sentiero spirituale, come avrei fatto ad affrontare la vita senza queste basi. Come si fa ad accettare la morte, propria e delle persone care? Come si fa a dare un senso al dolore, all’ingiustizia, ai tradimenti, agli abbandoni, alle continue assurdità di questa nostra esistenza duale? Come si fa?

Non credo che avrei potuto superare tutti i momenti di crisi della mia vita senza sapere che “domani continuerò a essere”. Che tutto quello che ho amato e perduto continua a esistere, in altre dimensioni e in altre forme, oltre che dentro di me. Che c’è un senso e uno scopo in ogni evento, ogni gioia, ogni dolore. Che tutto si trasmuta, comprese le mie limitazioni. Non credo che ce l’avrei fatta.

E anche se, come dicono gli scettici, non c’è nessuna prova che sia così, io ho scelto e scelgo ogni giorno che sia questa la mia realtà: “Domani continuerò a essere”. Perché non vedo nessun’altra spiegazione che abbia senso. E non è solo un ragionamento, ma una percezione, ogni volta che medito profondamente e questo “essere” diventa tutto ciò che esiste e che sono in quel momento. E allora una certezza affiora dalla mia anima, antica quanto il mondo: “Domani continuerò a essere”.

Ciao, sono Sahaja!

Forse abbiamo in comune molte cose, o forse una soltanto… Vuoi scoprirla?

Newsletter

Riceverai subito una visualizzazione guidata per far risplendere la tua luce interiore!

    Accetto le condizioni della Privacy Policy e desidero iscrivermi alla newsletter*

    Considera ogni problema come un’opportunità. Ogni qual volta demolisci gli ostacoli che ti si presentano, rafforzi la tua capacità di conquistare la vittoria finale.

    Leggi altri articoli dal blog

    Pace

    Yogananda diceva che dovremmo imparare a essere “attivi nella calma...

    Leggi di più